Sabato, 10 Aprile 2021 15:11

Fibromialgia una malattia che va curata facendo ridere i muscoli.

Scritto da
Vota questo articolo
(7 Voti)
Fibromialgia Fibromialgia Di Sav vas, Jmarchn - Opera propria, based on: File:Tender_points_fibromyalgia.gif and File:Woman surface diagram ahead-behind.svg, CC0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=21328615

Tutti i sintomi che hai potrebbero essere un campanello di allarme che indica che soffri di Fibromialgia. Lo sapevi?

  1. Di mattina ti senti più stanca di quando sei andata a dormire?
  2. Hai dolore dappertutto? Ti stanchi per minimi sforzi?
  3. Soffri di gastrite e/o di colite? Soffri di mal di testa e vertigini?
  4. Sono anni che ti lamenti di questi sintomi, e non ti senti capita?

Probabilmente hai la Fibromialgia o probabilmente no per scoprirlo poi rivolgerti a uno specialista oppure prosegui a leggere il racconto, magari trovi la risposta che cerchi.

Premetto che non sono un medico, i suggerimenti che di seguito espongo li ho trovati in rete dopo alcune ricerche perché quest’argomento mi sta a cuore, soprattutto colpisce parecchie donne e spesso è sottovalutato.

Quando arrivano quelle giornate doloranti, accompagnata da vertigini e nausee ad affrontarla ci vuole coraggio, la soluzione ideale è restare a riposo al caldo, fattore che rilassa i muscoli e soprattutto la mente, ma non sempre è possibile mollare tutto e restare chiusi in camere a riposo. Ogni cosa percepibile a un normale essere umano dà fastidio, il rumore, la pelle sensibile, le orecchie che fischiano i dolori ovunque le gambe pesanti e la schiena piegata, si fa fatica in quei giorni e non si è compresi. Ci si sente fuori luogo a volte un peso e inutili ai normali lavori, spesso anche asciugare i capelli o stendere la biancheria diventa difficile.

Ma cos'è la Fibromialgia? È una malattia a genesi multifattoriale, le caratteristiche principali sono l’iperalgesia e l’allodinia. Malattia conosciuta da molto tempo, ma che solo recentemente è stata definita nei dettagli e s’iniziano a sviluppare le prime cure, se tali si possono chiamare, Il termine Fibromialgia deriva dal termine "fibro" che indica i tessuti fibrosi ad esempio tendini e legamenti, e dal termine "mialgia" che significa dolore muscolare. La Fibromialgia è quindi una malattia reumatica che colpisce i muscoli causando un aumento di tensione muscolare: tutti i muscoli del nostro corpo sono in costante tensione.

fibromialgia

La Fibromialgia comporta numerosi disturbi alcuni che infastidiscono notevolmente la vita normale. Le sedi più frequenti sono il collo, le spalle, la schiena, le gambe, i muscoli tesi sono causa di dolore che in alcuni casi è localizzato, i muscoli tesi provocano rigidità e spesso limitano i movimenti, di conseguenza essendo rigidi sono sottoposti a uno sforzo continuo, come se lavorassero sempre
ecco per cui la continua sensazione di stanchezza, anche per attività semplici, per affrontare al meglio una giornata bisogna riposare bene, ma avendo costantemente i muscoli tesi non è permesso un buon riposo, quindi si dorme poco sempre in dormiveglia ci si sveglia più volte durante la notte e la mattina ci si sveglia più stanche della sera prima.  La tensione del muscolo si riflette sui tendini che rappresentano il punto fondamentale con cui il muscolo si attacca alle ossa, e nei punti d’intersezione inizia a far male.

Si può guarire di Fibromialgia? 

 Una cura specifica per guarire, in effetti, non esiste, trattandosi di una malattia degenerativa ma esistono diversi metodi che aiutano a convivere con questo disturbo del dolore. Esiste la terapia farmacologica per cui dietro indicazioni di uno specialista sono prescritti dei miorilassanti che agiscono sulla contrattura muscolare quindi le distendono, chiedete a un medico che sappia individuare il disturbo, per aver ognuno la giusta terapia farmacologica.
Poi abbiamo la terapia non farmacologica, alcuni ricorrono all'agopuntura, altri si dedicano prettamente all'alimentazione, considerandola uno dei fattori che può incidere positivamente su questo problema, vi sono svariato scelte ma ognuno può scegliere la scelta da cui trae beneficio e non è uguale per tutti.

Cosa fare?

  • Ridurre il peso di borse e zaini
  • Portare sempre con sé un foulard per coprire il collo, le sue vertebre sono fondamentali per ridurre il fastidio.
  • Evitare di portare buste della spesa troppo pesanti e per lunghi tratti, oggi molti supermercati offrono la consegna a domicilio.
  • Camminare molto a piedi per rinforzare i muscoli delle gambe
  • Eseguire regolarmente esercizio fisico lo yoga è super consigliato e anche la ginnastica per acquisire elasticità
  • Evitare i luoghi umidi
  • Tenere i muscoli e i tendini al caldo in modo da ridurre la tensione e mitigare il dolore.
  • Evitare gli antinfiammatori, che attutiscono il dolore al momento, ma non lo curano per cui li trovo inutili. 

Infine, sorridete, quando un viso sorride la maggior parte dei muscoli del corpo, si mettono in movimento sviluppando appunto quel calore che non li fa irrigidire e per questa malattia, forse più di altre dove appunto i protagonisti sono muscoli e tendini, vi dico di ridere vi aiuterà ad affrontarla nel migliore dei modi.

Informazioni aggiuntive

  • Consigliato:
Letto 789 volte Ultima modifica il Giovedì, 15 Aprile 2021 16:03

Share

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.